Pene esemplari richieste dalla Procura di Napoli per i politici ritenuti protagonisti dell’inquinamento del voto del 2021: 12 anni la richiesta per Rocco Marrone e Antonio Cuozzo, 9 anni e 4 mesi per Vincenzo Marrone 

Diciassette condanne sono state chieste dalla Procura di Napoli (Direzione Distrettuale Antimafia) per politici ed imprenditori di Melito di Napoli arrestati nell’aprile dello scorso anno per voto di scambio politico mafioso, attentati ai diritti politici del cittadino, associazione di tipo mafioso, corruzione, concorso esterno in associazione mafiosa, tentata estorsione.

Il sostituto procuratore Giuliano Caputo, nel corso del processo che si svolge con il rito abbreviato, ha chiesto in particolare 10 anni di carcere per l’ex sindaco Luciano Mottola, 39 anni, eletto nel 2021 alla guida di una coalizione di centrodestra, 12 anni per l’ex presidente del Consiglio comunale Rocco Marrone, 12 anni e quattro mesi per il 26enne ex consigliere di FdI Antonio Cuozzo, 13 anni per l’imprenditore Emilio Rostan, 9 anni e quattro mesi per Vincenzo Marrone e otto anni e due mesi per Marco Ascione; 20 anni e otto mesi fi carcere sono stati poi chiesti per il 39enne Luigi Tutino e undici anni e sei mesi per Luciano De Luca, entrambi ritenuti esponenti del clan Amato-Pagano.

Del collegio difensivo fanno parte gli avvocati Mario Griffo, Umberto Del Basso De Caro, Luigi Senese e Gandolfo Geraci.

(Ansa) 

Commenti

commenti