Moglie e figlia soccorse e medicate per una frattura alle costole e lesioni

Botte alla moglie e alla figlia di 13 anni. Violenze che a Villaricca, in provincia di Napoli, andavano avanti da anni. Un episodio di violenza che ha portato all’arresto di un 39enne già noto alle forze dell’ordine. Le urla disperate delle vittime hanno attirato l’attenzione dei vicini, che non hanno esitato a chiamare i carabinieri per porre fine a una situazione di abusi che, purtroppo, sembrava protrarsi da anni.

La tragica storia di violenza si è consumata ancora una volta all’interno delle mura domestiche, uno spazio che dovrebbe essere un rifugio sicuro per tutti i membri della famiglia. Tuttavia, per la moglie e la figlia di soli 13 anni di questo individuo, la casa è diventata un luogo di terrore e di sofferenza. La giovane ragazza, come è stato scoperto, è stata testimone silente degli abusi subiti dalla madre per anni, abusi che non sono mai stati denunciati alle autorità competenti.

Le lesioni

Nella serata di ieri, l’uomo ha sfogato la propria violenza contro entrambe le donne con calci e pugni, causando alla moglie la frattura di una costola e ferendo gravemente anche la figlia minorenne. Fortunatamente, il pronto intervento dei carabinieri delle stazioni di Villaricca e Mugnano ha permesso di porre fine immediato a questa brutale aggressione. Il 39enne è stato arrestato sul posto e dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Le due vittime sono state prontamente trasportate in ospedale, dove i medici hanno diagnosticato lesioni che, fortunatamente, guariranno entro 30 giorni.

Commenti

commenti