Siamo alla vigilia della sfida all’Emirates contro l’Arsenal nell’andata dei  quarti di finali di Europa League, Ancelotti in conferenza stampa ha voluto precisare come non ci sia nessun malessere nell’ambiente, e che domani bisognerà non solo difendersi, ma anche attaccare. Il mister inoltre ha voluto aggiungere che il Napoli solo nelle ultime due partite, contro Empoli e Genoa ha fatto male, quindi un malessere che non ha motivo di esserci nella squadra, basti pensare solo che nove giorni fa il Napoli ha vinto e bene contro la Roma. Il mister azzurro ha spiegato come il Napoli difendendosi bene, potrà allo stesso tempo attaccare bene. Allan che ha accompagnato nella conferenza il mister, ha detto che il suo 2019 ha avuto dei momenti buoni e momenti non buoni, ma che domani darà tutto se stesso come farà tutta la squadra, per uscire dall’Emirates con un buon risultato in vista del ritorno al San Paolo. Sia il tecnico azzurro che il centrocampista brasiliano, hanno voluto precisare di come il Napoli non parti in nessun modo in svantaggio, nelle percentuali del passaggio del turno rispetto alla squadra di Emery. Ancelotti e la squadra quindi credono nel passaggio del turno, entrambi in conferenza si sono detti di essere pronti, e aldilà di chi sarà schierato titolare nell’Arsenal, loro non temono nessuno, certo sarà difficile ha detto Ancelotti difendersi contro grandi giocatori come Ozil, se il tedesco dovesse essere schierato fin dall’inizio. Confermato il ballottaggio in attacco tra Milik e Insigne, come potrebbe essere possibile lo schieramento dei due piccoletti in avanti titolari. Ancelotti come sempre ha voluto mette in difficoltà i giornalisti, mischiando le carte e dicendo che in avanti non solo potrebbe giocare la coppia Insigne- Mertens in avanti con Milk in panchina, ma ci potrebbero essere anche tutti e tre fin dall’inizio o addirittura la sorpresa Ounas o Younes titolari. Quindi non bisogna fare altro che aspettare domani, per capire chi giocherà domani titolare in attacco. Ancelotti inoltre ha detto che comunque sarà  importante approcciare la sfida senza timori riverenziali,  il Napoli dovrà giocare come sa  mettendo in difficoltà la squadra di casa.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti