In seguito all’ordinanza n.80 emanata dal sindaco, Antonio Amente, che vieta l’utilizzo dei sacchi neri, nei giorni scorsi la Polizia Locale, insieme al neo-assessore all’ambiente, Marco Ponticiello, ha effettuato un’operazione di controllo all’interno di molti esercizi commerciali presenti sul territorio melitese.

Durante il blitz si è scoperto che la maggior parte dei commercianti utilizza sacchi neri e non biodegradabili per la raccolta dei rifiuti e, per questa ragione, sono scattate molte denunce.

A dover essere vietate, però, dovrebbero essere anche le buste della spesa che vengono molto spesso “riciclate” per gettarvi i rifiuti che, insieme ai sacchi neri, spesso tendono ad occultare ciò che c’è all’interno.

Marco Ponticiello, che ha agito insieme ai vigili durante il controllo, ha voluto spiegare l’importanza di tale attività al fine di salvaguardare l’ambiente.

Nonostante ciò e nonostante il divieto, questa sera sono comparsi fuori l’ASL diversi sacchi neri non biodegradabili che hanno destato la rabbia di chi nei giorni scorsi è stato multato, trattandosi degli uffici di un’azienda sanitaria, proprio in quel posto, si potrebbe e dovrebbe dare solo il buon esempio.

Laura Barbato

Commenti

commenti