“Quando è in gioco l’interesse dei cittadini e in particolare la salute della nostra gente, non mi tiro mai indietro”

 

In Campania continua la campagna vaccinale grazie ai tre hub della Mostra d’Oltremare, della Stazione Marittima e del Museo Madre; in provincia, invece, sono stati aperti gli hub di Quarto e Ottaviano.

Ma alcuni Comuni si sono ribellati poichè, a loro detta, vi è stata la riduzione di alcuni centri di somministrazione dei vaccini.

Rosaria Punzo, sindaco di Villaricca ha deciso di scrivere una lettera rivolta all’Asl, eccola:

“Una presa di posizione dura e decisa. Quando è in gioco l’interesse dei cittadini e in particolare la salute della nostra gente, non mi tiro mai indietro quando si tratta di assumermi le responsabilità legate al governo del territorio. Anche quando non sono di diretta competenza dell’amministrazione comunale. Il compito di un sindaco è sempre quello di rappresentare le istanze a difesa della cittadinanza. Questa mattina con altri sindaci, abbiamo inviato una lettera ai vertici dell’Azienda sanitaria locale perché da fonti ufficiose si apprende la volontà dell’Asl di procedere ad una riduzione dei centri vaccini. Abrogando anche il centro vaccini di Villaricca. Spero che la notizia sia infondata perché sarebbe una scelta scellerata e in controtendenza rispetto alle necessità ed al bisogno del territorio”.

Sempre la Punzo sottolinea come alcuni hub siano in seria difficoltà, come ad esempio quello di Bacoli, ove vi sono file di ore ed ore per la somministrazione del vaccino: “Quanto accaduto nei comuni limitrofi certifica la necessità di allestire nuovi centri di somministrazione dei vaccini su tutti i territori perché oggi non c’è altra priorità rispetto a questa. E, invece, arrivano notizie che nonostante tutti i sindaci abbiano messo a disposizione, come richiesto, delle strutture idonee da allestire a “centri vaccini”, l’Asl vorrebbe depennarli, accorparli, sottraendo presidi alla nostra gente. I cittadini per vaccinarsi dovrebbero spostarsi dal Comune di residenza in altro comune ed in alcuni casi senza averne nemmeno possibilità. E, la cosa ancora più grave, é che queste scelte non sono state concordate con nessuno ma si tratterebbe di un provvedimento autonomo dell’Asl. Decisioni che contestiamo formalmente e sulle quali pretendiamo un confronto immediato a tutela dei cittadini”.

Maria Rosaria Punzo sindaco di Villaricca

Commenti

commenti