La speranza alberga in tutti noi. Mentre si testa una cura efficacie contro il coronavirus, le persone in “quarantena” in casa trovano forme di aggregazione virtuale. non festeggiamenti, ma un gesto di solidarietà, un abbraccio circolare. E’ così che, nelle zone della nostra cittadina si è tenuto questo flash mob virtuale, un “grido” alla speranza e alla fratellanza.

C’è da stigmatizzare e condannare il comportamento degli sconsiderati e disonesti cittadini che senza una ragione valida questa mattina hanno popolato le strade del paese. Per loro a nulla valgono gli appelli, lo stato di emergenza, il rispetto delle regole.

Invitiamo i cittadini che hanno a cuore la sorte di tutti noi di denunciare queste cose, chiamate le forze dell’ordine, fate foto ma non postatele sul social, consegnatele a chi di dovere.

Qui sotto alcuni video di testimonianza del flash mob di ieri sera, se volete aggiungere il vostro postatelo qui sotto come commento.

#iorestoacasa

Commenti

commenti