A breve nell’ex campo rom di Masseria del Pozzo,  di Giugliano in Campania, che è stato ripulito durante tutto il corso di quest’anno, che conta circa 40mila metri quadri,  sorgerà un bosco, un vero e proprio polmone verde nell’hinterland napoletano.
Il progetto è nato, in via sperimentale, voluto e finanziato dalla Regione Campania, su un’area di proprietà del Comune di Giugliano affidato alla cura del Consorzio Unico di Bacino Napoli-Caserta, grazie ad una convenzione firmata dai tre enti.
Sono circa 15 mila gli alberi che sono stati piantati la scorsa primavera, mentre altri saranno piantati tra l’autunno e l’inverno.
Come dichiarato dal Sindaco Antonio Poziello: “Un altro pezzo della fascia verde che il Comune di Giugliano sta realizzando intorno all’area delle discariche per rinaturalizzare le aree inquinate della città, per circondare le discariche dismesse con delle aree boschive, contribuendo a contrastare la produzione di anidride carbonica ed altri inquinanti e fare dell’area con maggiori criticità ambientale il polmone verde della città di Giugliano”.

Teresa Barbato

Commenti

commenti