Aveva perso l’udito ma i medici dell’Ospedale Santobono le ridanno la speranza

 

In seguito ad un delicatissimo intervento neurochirurgico per l’asportazione di un tumore al nervo acustico, una giovane aveva perso l’udito. Una notizia, chiaramente, sconfortante per un’adolescente di soli 14 anni ma i medici napoletani dell’Ospedale Santobono di Napoli sono riusciti, grazie ad un intervento chirurgico innovativo, a farle riacquistare l’udito.

Alla giovane è stato impiantato un elettrodo a livello del tronco enfacefalico che, ricevendo i suoni da un ricevitore esterno, li trasforma in impulsi elettrici, inviandoli alle aree corticali uditive. È stato il dottor Giuseppe Cinalli ad impiantarle l’elettrodo che ha permesso alla giovane, a partire da questa mattina, dopo un mese dall’intervento, di ritornare a sentire e finalmente ad avere una vita sociale e relazionale normale.

Commenti

commenti