Continuano gli sversamenti illeciti ma sembra che nessuno voglia realmente prendere seri provvedimenti affinché il buonsenso dei cittadini non diventi vano

 

 

Mentre l’amministrazione esulta per la conquista del 537esimo posto della graduatoria dei Comuni Ricicloni, Melito continua a cadere sempre di più nell’illiceità sotto gli occhi di tutti.

Durante la scorsa settimana, infatti, ancora una volta gli operatori ecologici sono stati colti in flagrante in Corso Europa mentre mischiavano i rifiuti, senza rispettare il calendario di riferimento della raccolta differenziata.

A pochi giorni di distanza, un triciclo, invece, ha scambiato la piscina comunale con la discarica, poco distante da lì, sversando un’ingente quantità di rifiuti.

Da anni si richiedono le telecamere e a novembre l’amministrazione dichiarò di aver già parlato con una ditta per l’installazione delle telecamere in 16 punti nevralgici di Melito ma non sono mai arrivate così come le guardie ambientali provenienti da Gragnano, per cui è stato richiesto il casellario giudiziario lo scorso 24 ottobre.

Non è la prima volta che tutto ciò accade ma, ancora una volta, sembra che nessuno abbia preso seri provvedimenti, vanificando ancora una volta il buonsenso dei cittadini che si impegnano affinché Melito possa essere un paese vivibile.

Commenti

commenti