Un temporale estivo ma molto più potente è quello che si è abbattuto ieri pomeriggio verso le 15 su tutta Napoli e provincia.
In pochi minuti l’enorme quantità di acqua caduta ha provocato allagamenti vari che hanno trasformato le strade in fiumi.
E come ogni volta che c’è un forte temporale, sono saltati tutti i tombini con la conseguenza che in pochissimo tempo le strade si sono trasformate in pozzanghere puzzolenti.
Oggi è il giorno della conta dei danni e delle polemiche.
Come sempre si parla della mancata manutenzione alle caditoie a ridosso dei marciapiedi ma anche dei canali di scolo che sono intasati da cumuli di sporcizia che ormai fungono da tappi e non consentono il normale defluire delle acque.
Melito, Mugnano e Giugliano sono state tra le città più colpite dell’hinterland ed oggi sono le foto sui social a dimostrare che addirittura in alcuni punti l’acqua ha superato i marciapiedi finendo per allagare decine di negozi.
Fortissima anche una tempesta di fulmini che ha preceduto il temporale, cosa che ha causato non pochi disagi in quanto ha fatto scattare gli allarmi degli esercizi commerciali.
Intanto per oggi continua l’allerta meteo della protezione civile dalle 18 fino a mezzanotte.
Quindi massima allerta per cercare di evitare quanto accaduto ieri.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti