Addio al telemarketing molesto

Da oggi si può dire addio al telemarketing molesto: a partire dalla giornata odierna, infatti, è entrato in vigore il Registro pubblico delle opposizioni che consentirà di non ricevere chiamate spam e ai fini pubblicitari sia su cellulari che tu telefoni fissi.

Stop al telemarketing molesto, nasce il Registro delle opposizioni

Stop al telemarketing molesto, nasce il Registro delle opposizioni

 

Si tratta di una delle novità introdotte su proposta del ministro Giorgetti: attraverso la piattaforma si completerà un processo molto atteso dai cittadini che ha coinvolto il Garante della Privacy, gli operati e le associazioni dei consumatori.

Il servizio sarà pubblico e totalmente gratuito per tutti i cittadini che, una volta iscritti al registro, non potranno più essere contattati dagli operatori di telemarketing, a meno che questi ultimi non abbiano ottenuto un consenso specifico.

Il Registro sarà rivolto esclusivamente agli intestatari, persone fisiche, giuridiche, enti o associazioni, di numeri telefonici o di un eventuale indirizzo di posta cartacea associato.

Iscriversi al registro delle opposizioni è molto semplice e può effettuarsi attraverso quattro modalità:

 

L’iscrizione al vecchio sito RDO sarà revocata e non sarà più valida, inoltre con la nuova iscrizione vengono revocati tutti i consensi precedentemente espressi, con qualsiasi forma o mezzo, che autorizzano il trattamento di numerazioni telefoniche nazionali.

Gli operatori di telemarketing che utilizzano i dati presenti negli elenchi pubblici è tenuto a verificare con il Registro delle Opposizioni i potenziale contatti: in caso di violazione delle disposizioni, la società di telemarketing riischia sanzioni amministrative pucuniarie fino a 20 milioni di euro e per le imprese sono previste multe fino al 4% del fatturato totale annuo.

Commenti

commenti