Tale condizione non è imputabile alla volontà dei nostri cari amici a quattro zampe ma bensì alle precarie condizioni socio–ambientali in cui sono costretti a vivere ed al continuo rimpallo di responsabilità tra gli Enti istituzionali che dovrebbero provvedere alla tutela degli animali stessi ed alla salvaguardia della salute pubblica. Questo fenomeno a Villaricca non e‘ nuovo ma si trascina già da diversi anni e nonostante ci sono state nel tempo molte segnalazioni ad oggi la situazione e‘ solo peggiorata.

Nei mesi scorsi 13 cuccioli sono stati prelevati e messi in sicurezza. 11 cuccioli sono stati adottati e 2 sono in attesa di adozione. Il Randagismo può essere combattuto solo con una sterilizzazione di massa. Alla luce di questa situazione, chiedo che al più presto sia convocato e presieduto dal sindaco, massima autorità locale e sanitaria responsabile di quanto accade sul territorio compresa la gestione degli animali vaganti, e da almeno un responsabile dell‘Asl veterinaria , un tavolo tecnico monotematico sul randagismo. Chiedo che siano invitate al tavolo le associazioni ambientaliste, volontari operanti sul territorio e chiunque sia interessato al problema. E che i richiedenti l‘istituzione del tavolo prendano parte allo stesso per presentare le proprie proposte e soluzioni.

Comunicato stampa

Commenti

commenti