Stop alle discriminazioni

 

“Attraverso lo sciopero intendiamo denunciare qualsiasi atto discriminatorio e anticostituzionale”: sono queste le parole degli studenti di un noto liceo napoletano, che si sono ritrovati di fronte ad un atto discriminatorio transfobico.

Un giovane, dopo aver palesato più volte il proprio disagio nell’utilizzare il bagno relativi al suo sesso biologico, ha ricevuto un divieto assoluto per usufruire del bagno corrispondente alla propria identità di genere. Lo studente è stato aggressivamente rimproverato per aver utilizzato il bagno “sbagliato”.

Convocato dalla dirigente dell’istituto, è stato identificato con pronomi non consoni ma, ancor più grave, gli è stato chiesto di nascondere la propria identità e quindi il proprio percorso di transizione, costringendolo ad utilizzare il nome datogli alla nascita.

Lo sciopero durerà finché non saranno promosse attività atte a prevenire le discriminazioni di genere.

Commenti

commenti