La proposta del consigliere Nunzio Marrone di “Trasparenza e Legalità con Catello Maresca” alla conferenza dei capigruppo

Si sottoscriva con la Prefettura di Napoli il nuovo protocollo d’intesa per il conferimento delle funzioni di Stazione unica appaltante (Sua) come già hanno fatto altri comuni dell’area metropolitana, per citare i più vicini a noi tra gli altri, Giugliano, Marano e Caivano.

La convenzione con la Prefettura, ha durata triennale, renderà più rapide le procedure per l’espletamento delle gare d’appalto degli enti aderenti, assicurando al tempo stesso la trasparenza, la regolarità e l’economicità della gestione dei contratti pubblici ed il contrasto ai tentativi di condizionamento da parte dei sodalizi criminali nei confronti degli enti locali.

Lo strumento della convenzione è aperto all’adesione e alla sottoscrizione di tutti gli enti che ne fanno richiesta.

Di seguito le parole del consigliere Marrone promotore della proposta:

“Il semaforo della legalità non può funzionare ad intermittenza, deve funzionare sempre!!!

Nei paesi a nord di Napoli dove non poche volte il fenomeno delle infiltrazione mafiosa si è fatto spazio nelle locali amministrazioni attraverso l’azione dei colletti bianchi, il rischio non può di certo rientrare nella categoria dei fenomeni imprevedibili, quindi, questa sera, durante la conferenza dei capigruppo, con la presente proposta da me scritta e firmata ho chiesto l’impegno dell’amministrazione e dei responsabili al ramo di predisporre da subito tutti gli atti conseguenziali per aderire alla possibilità e al subentro di una stazione unica appaltante, preferibilmente quella della prefettura di Napoli, per organizzare e seguire ogni passaggio di ogni gara d’appalto per scongiurare anche solo il minimo rischio degli appetiti corruttivi e camorristici, garantendo così chiarezza assoluta nelle procedure e trasparenza nell’atto finale di aggiudicazione della gara”.

Prendo in prestito una frase del dott. Catello Maresca: “fuori i delinquenti dal presente e dal futuro della nostra città”.

Commenti

commenti