Il tormento è iniziato quando al cliente sono arrivati 200mila euro che non erano abbastanza

 

 

 

A causa di un risarcimento non soddisfacente, un 42enne di Giugliano è stato arrestato per atti persecutori e violenza privata nei confronti del suo avvocato.

L’individuo avrebbe tormentato il suo legale per un anno, inseguendolo, minacciandolo davanti alla figlioletta e spaventando anche la moglie incinta nella speranza di ottenere un risarcimento più elevato.

L’avvocato ha, infatti, deciso di sporgere denuncia, esasperato ed impaurito, raccontando ciò che stava sopportando da un anno: la persecuzione ha avuto inizio quando al cliente sono arrivati solo 200mila euro di risarcimento, cifra che non gli sembrava abbastanza.

Lo stalker era arrivato anche a telefonarlo 30 volte al giorno, inseguirlo a casa e aspettarlo fuori lo studio.

L’individuo si trova ora agli arresti domiciliari in attesa del processo.

Laura Barbato

Commenti

commenti