Un infarto porta via l’amato attore Gigi Proietti, talento italiano nel mondo

Nella notte è morto Gigi Proietti, icona della cinematografia, del teatro e della commedia italiana.
È morto nel giorno stesso della sua nascita: oggi, infatti, l’attore avrebbe compiuto 80 anni.

I suoi problemi cardiaci erano noti già da tempo, vero è che qualche anno fa aveva avuto seri problemi di salute.
L’attore era ricoverato da 15 giorni in terapia intensiva a causa di un infarto e le sue condizioni di salute, pur già evidentemente compromesse, non gli hanno lasciato scampo.

La notizia della sua scomparsa è stata data dalla sua famiglia, accanto a lui, la moglie Sagitta Alter e le due figlie Susanna e Carlotta.

Nel mese di agosto il celebre attore era stato protagonista di una campagna di sensibilizzazione a favore dei nonni d’Italia circa la pericolosità del Coronavirus. Quella con tutta probabilità sembra essere stata l’ultima apparizione pubblica.

Negli ultimi anni, l’instancabile attore si era dedicato alla TV con alcuni programmi televisivi, non tralasciando mai il suo primo amore: il teatro.

Gigi Proietti, infatti, aveva messo su una scuola di teatro e cinema considerata tra le più famose e accreditate d’Italia; è da lì che sono venuti fuori personaggi come Verdone, Brignano e molti altri.

Incredibile la coincidenza sulla data di nascita e ora di morte, metafora da lui stesso spesso citata perché quando gli si chiedeva la data di nascita lui stesso rispondeva “che dobbiamo fà? La data è quella che è…. è il 2 novembre!”

Sulla sua enorme carriera che lo ha visto calcare le scene per più di mezzo secolo, lui raccontava di essere stato temerario e determinato nella scelta di fare l’attore giacché i suoi stessi genitori avrebbero voluto per lui un percorso diverso fatto di studi universitari e un lavoro sicuro. Ma lui, pur accontentandoli, la sera finiva sempre per esibirsi in alcuni locali della capitale tra canzoni strimpellate e note goliardiche.

Amatissimo e stimatissimo da tutti, sarà ricordato per la sua verve a tratti cinica, autoironica e per certi versi anche drammatica.

Purtroppo non potranno esserci celebrazioni in pompa magna come l’attore certamente ed indiscutibilmente avrebbe meritato, ma le stesse figlie sperano che, quanto prima, possa esserci la possibilità di rendere omaggio al loro papà per tutti quelli che lo hanno amato.

Il suo ricordo resterà sempre vivo attraverso le opere da lui messe in scena, gli innumerevoli film di cui è stato protagonista e i siparietti sempre assicurati in TV quando ospite c’era un personaggio del suo calibro.

In una recente intervista lui stesso aveva dichiarato : “Non ho rimpianti, rifarei tutto, anche quello che non è andato bene” e, questa, è la giusta massima della vita lunga e ricca di soddisfazioni dell’amato Gigi Proietti.

Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti