Il Napoli dopo la vittoria di ieri pomeriggio al Penzo di Venezia, approfittando della sconfitta dell’Inter nel derby contro il Milan di sabato sera, raggiunge proprio i rossoneri al secondo posto, ed entrambe ora sono a -1 dall’Inter capolista. Nerazzurri che però devono recuperare ancora la partita contro il Bologna e quindi ancora padroni del proprio destino. Azzurri che però ora possono veramente sognare lo scudetto, perché avrà entrambi gli scontri diretti contro le milanesi al Maradona. Il primo di questi scontri diretti sarà sabato prossimo contro l’Inter, nerazzurri che andranno al Maradona sabato, non solo dopo la sconfitta del derby, ma dovranno tener conto anche della maggiore stanchezza fisica rispetto al Napoli. Infatti la squadra di Simone Inzaghi sarà di scena domani sera contro la Roma in casa propria per i quarti di finale di coppa Italia, Napoli che quindi arriverà più riposato a questo importantissimo scontro diretto, e dovrà approfittarne. Anche perché l’obiettivo stagionale è sempre più vicino, ora il Napoli ha 11 punti di vantaggio sulla quinta in classifica che è l’Atalanta e quindi sempre più vicino al posto Champions. Anche se la squadra di Gasperini deve recuperare una partita, i bergamaschi ora sono stati superati dalla Juventus, che ieri ha vinto grazie ai gol dei nuovi arrivati Vlahovic e Zakaria ed ora è quarta in classifica.

Facendo un passo indietro alla partita di ieri pomeriggio, il Napoli batte per 0 a 2 un Venezia ben messo in campo da Paolo Zanetti. Napoli che fin dai primi minuti cerca il gol con insistenza, ma il Venezia è bravo a chiudersi e ripartire e tiene il risultato sullo 0 a 0 nel primo tempo. Secondo tempo che il Napoli sembra più incisivo, e infatti trova il vantaggio con un grandissimo gol di Osimhen al 59 °, tornato titolare dopo 2 mesi: cross di sinistro dalla fascia destra di Politano, Osimhen tra due difensori è bravo ad anticiparli e con un grande stacco di testa dopo un balzo incredibile, spiazza Lezzerini che non può arrivarci. 0 a 1 per il Napoli. Dopo il vantaggio il Napoli gestisce il gioco a suo piacimento senza mai rischiare troppo, anzi trova in pieno recupero lo 0 a 2 con Petagna entrato al posto di Osimhen negli ultimi minuti di gara: grande recupero di Lobotka a centrocampo, palla a Petagna che serve Mertens, tiro del belga che viene ribattuto da Lezzerini, pallone che finisce a Petagna che a porta vuota non può sbagliare. 0 a 2 e termina l’incontro. Quarta vittoria consecutiva per il Napoli, che si presenta nel migliore dei modi per la sfida di sabato al Maradona contro l’Inter.

Spalletti può sorridere quindi, perché i suoi non stanno sbagliando niente, e inoltre il tecnico di Certaldo a giorni avrà a disposizione anche Anguissa e Koulibaly, che tornano dalla Coppa d’Africa dove sono stati grandi protagonisti con le loro nazionali. Anguissa è arrivato in semifinale dove però è stato sconfitto dall’Egitto, mentre Koulibaly ha vinto il trofeo da capitano proprio contro l’Egitto ai rigori, dove il comandante napoletano ha calciato il primo senza paura mettendolo a segno. Napoli che quindi a pieno regime può dire la sua nella lotta scudetto, e chissà che questo sogno non possa diventare realtà, la squadra di Spalletti ora ha tutti i mezzi a disposizione per realizzarlo, bisogna crederci, come ci credono i tifosi e la città.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti