Finanzieri insospettiti da manovre insolite. Carico sequestrato e conducente in manette

Un’operazione congiunta della Guardia di Finanza di Napoli ha portato al sequestro di un ingente quantitativo di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. I finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano di Napoli hanno fermato un autocarro al confine con la provincia di Caserta, scoprendo al suo interno ben 1.800 chili di sigarette pronte per essere distribuite illegalmente sul mercato.

L’operazione ha avuto inizio quando i finanzieri, durante alcuni controlli di routine, hanno notato il mezzo compiere delle manovre sospette alla vista delle forze dell’ordine. Insospettiti, i militari hanno deciso di fermare l’autocarro per un’ispezione approfondita.

All’interno del veicolo, celati in decine di involucri di cartone, sono stati rinvenuti i 1.800 chili di sigarette, confezionate in stecche e pronte per essere immesse sul mercato illegale. Il valore di mercato della merce sequestrata è stato stimato oltre i 200mila euro, una cifra che avrebbe fruttato considerevoli profitti alla criminalità organizzata.

Il conducente del veicolo, un cittadino italiano, è stato arrestato in flagranza di reato. Oltre al carico, anche l’autocarro è stato sequestrato dalle autorità. L’operazione rappresenta un duro colpo per le reti di contrabbando attive nella regione, evidenziando l’efficacia dei controlli e delle operazioni di prevenzione messe in atto dalla Guardia di Finanza.

Commenti

commenti