A Sant’Antimo è stato arrestato il titolare di una macelleria avendo i carabinieri, insieme a dei tecnici dell’Enel, riscontrato delle anomalie durante dei controlli ai locali.

Le forze dell’ordine hanno riscontrato delle irregolarità igienico-sanitarie e la manomissione del contatore elettrico.

Stando alle prime ricostruzione del caso, il proprietario, un uomo di 68 anni, originario del posto, aveva manomesso il contatore con un magnete che gli aveva permesso di risparmiare 35mila euro.

Immediatamente le forze dell’ordine hanno disposto la chiusura del locale e, per il titolare, una salata multa e l’ arresto, sottoponendolo con rito direttissimo, con conseguente rinvio per l’abbreviato.

Teresa Barbato

Commenti

commenti