Sequestrati telefonini e altro materiale occultato da una donna

 

Ennesimo tentativo di fare entrare nel carcere di Secondigliano materiale altamente proibito.

Nella giornata di ieri, gli uomini della polizia penitenziaria del carcere di Secondigliano hanno trovato 2 telefonini, 12 schede telefoniche e 4 cavi usb nell’intimo di una donna che stava entrando per effettuare un colloquio.

 

Tutto il materiale è stato posto a sequestro mentre per la donna è immediatamente scattata una denuncia alla Procura della Repubblica.

Commenti

commenti