Arrestate 13 persone all’alba a Secondigliano perché rapirono un 30enne

Prende il nome di “Raptum” l’operazione che ha tratto in arresto 13 persone all’alba di questa mattina a Secondigliano.

Gli uomini, tutti appartenenti ai clan Lo Russo, Amato-Pagano, Vanella Grassi di Scampia, Miano, Pisicnola, Rione San Gaetano, Chiaiano e Marianella, si sarebbero resi protagonisti di un vero e proprio rapimento con lo scopo di estorsione.

Ad essere preso di mira un operaio 30enne, apparentemente appartenente ad una famiglia benestante.

I 13 lo avrebbero preso con la forza mentre l’uomo tornava da Secondigliano per lavoro, rinchiuso in un garage a Scampia e legato per un riscatto di 50mila euro, poi scontato a 40mila euro.

Gli uomini devono ora rispondere alle accuse di sequestro di persona ed estorsione.

Laura Barbato

Commenti

commenti