Ecco la bozza cosa propone

 

Le proposte avanzate nella bozza di Linee guida per la ripartenza della scuola a settembre comprendono:

1)creazione di più gruppi di apprendimento nel gruppo classe originario;

2)turni scaglionati per la frequenza scolastica;

3)per le scuole secondarie di II grado attività didattica in presenza e integrazione con didattica a distanza;

4)aggregazione delle discipline in aree e ambiti disciplinari;

5)possibilità di presenza per gli scolari, in classe o con didattica a distanza, anche di sabato;

6)articolazione modulare di gruppi di alunni provenienti dalla stessa o da diverse classi o da diversi anni di corso.

Eventualmente le scuole potranno vagliare la possibilità di effettuare la mensa scolastica in più turni per evitare l’affollamento dei locali.

Gli enti locali valuteranno, nel caso, se far consumare ai ragazzi pasti in monoporzioni all’interno dell’aula scolastica o meno.

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti