La conferma tra la giornata di oggi e quella di domani

 

 

Dopo la riunione che si è tenuta ieri tra i direttori dell’Asl, è in programma per questo pomeriggio un incontro tra i vertici dell’Unità di Crisi per prorogare la riapertura delle scuole al 24 settembre.

Partecipano il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, l’assessore al ramo, Lucia Fortini, la direttrice scolastica regionale, Luisa Franzese, i sindacati della scuola, i vertici dell’unità di crisi e l’Anci.

“Una decisione – dichiara l’assessore regionale all’Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili Lucia Fortini – presa con rabbia ed amarezza ma non c’era altra possibilità. Aprire il 14, come ha suggerito la Ministra, e poi chiudere per la preparazione dei seggi elettorali in vista del voto del 20 e 21 settembre, avrebbe significato mandare i ragazzi a scuola per non più di tre giorni, considerato che in tutti gli istituti l’inizio delle lezioni è sempre scaglionato tra le diverse classi. E questo non è serio, per i docenti, per gli studenti, per le famiglie”.

Il sindacato Anief, presente al tavolo con il presidente regionale Stefano Cavallini ha condiviso la scelta di iniziare le lezioni il 24 settembre.

“Dopo mesi di isolamento – afferma Cavallini – ritornare a scuola il 14 per poi interrompere tutto dopo pochi giorni potrebbe essere nuovamente traumatico per gli alunni, soprattutto tra i più piccoli. Didatticamente poi non sarebbe di nessun utilità iniziare per pochi giorni e poi interrompersi”.

La riunione si è conclusa informando che la delibera regionale del calendario scolastico sarà pubblicata indicativamente tra la giornata odierna, 3 settembre, e quella di domani, 4 settembre.

Laura Barbato

Commenti

commenti