L’area, cinta da mura, è stata posta sotto sequestro dai militari dell’arma e sono scattate diverse denunce 

 

 

Durante l’operazione Action Day, volta a contrastare il fenomeno dei roghi tossici nella Regione Campania, la Polizia della Città Metropolitana, insieme alla Guardia di Finanza e l’Esercito, ha scoperto, nei pressi dell’area Archeologica di Liternum, in un’area di 2mila metri quadri ingenti quantità di rifiuti, tra cui lamiere di automobili, e abitazioni abusive che ospitavano 7 nuclei familiari.

Gli agenti hanno subito posto sotto sequestro l’area e denunciato le persone identificate.

Durante la stessa operazione sono stati ritrovati anche un pozzo artesiano abusivo nascosto sotto un letto e degli allacciamenti elettrici e d’acqua abusivi, oltre che ad uno scarico di acqua direttamente nel Lago Patria.

Laura Barbato

Commenti

commenti