Un cittadino di origine serba, Rade Nikolic, evaso in maniera non ancora del tutto chiara il 16 dicembre dalla sua abitazione di Secondigliano, dopo aver ricevuto per buona condotta un permesso di uscita per vedere il figlio, è stato rintracciato in una villetta di Pozzuoli da parte dei poliziotti della Squadra Mobile di Napoli e gli agenti del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, con il contributo della Polizia Scientifica, al termine di indagini coordinate dalla Procura di Napoli.

L’imputato era in reclusione nel carcere di Frosinone, perché ritenuto colpevole di alcuni reati e il termine della pena era stato fissato per il 2038.

 

Teresa Barbato

Commenti

commenti