La questione rifiuti sta diventando un problema insostenibile in molte zone di Napoli e provincia.

Questa mattina nel quartiere di Scampia i cittadini sono scesi in piazza, hanno rovesciato i cassonetti della spazzatura, bloccando le strade, in forma di protesta.

La causa principale di tutto ciò è il menefreghismo poiché è ormai noto che non tutti rispettino i calendari di riferimento e gli orari stabili per gettare i rifiuti.

Secondo quanto dichiarato da Francesco Emilio Borrelli e Vincenzo Peretti, non sono manifestazioni da condannare poiché sintomo di una società esaperata dall’inciviltà. A Melito, per esempio, in Via Giulio Cesare c’è una vera e propria discarica a cielo aperto; a Napoli all’esterno di una scuola materna sono presenti rifiuti ingombranti e, talvolta, pericolosi per i più piccoli.

Bisogna dunque mettere in campo misure drastiche per rimuovere la spazzatura e garantire ai cittadini un ambiente pulito e sicuro.

 

Commenti

commenti