Le mascherine erano confezionate e vendute nelle buste delle raccomandate di Poste Italiane. Chiusa offriva che operava in pieno centro e senza autorizzazione. Denunciata la titolare

Inizio settimana pieno di interventi per la Polizia Locale di Sant’Antimo diretto dal comandante Colonnello Antonio Piricelli, intensificato le attività di controllo e monitoraggio del territorio finalizzato a un grande rispetto dei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri e delle Ordinanze del Presidente della Regione Campania.

Disposti controlli a tappeto su tutto il territorio con vari interventi per evitare gli assembramenti di persone e garantire le distanze e la verifica delle attività. Nella centrale Via Trieste e Trento il Comandante dei caschi bianchi unitamente ai suoi Agenti durante i controlli alle attività commerciali ha scoperto che l’agenzia di cartoleria che vendeva mascherine di dubbia regione nei cellofan delle Poste Italiane.

Immediatamente una tutela della salute dei cittadini è uno stato posto sotto il sequestro della Polizia Giudiziaria in un ingente quantitativo di mascherine, usato promiscua svolta senza le dovute funzioni è stata chiusa, è stata notevolmente una sanzione di Euro 5000,00 e il titolare è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Commenti

commenti