"/>

Sant’Antimo, attività sportive nella nuova città dello sport

Il Comune di Sant’Antimo è pronto a continuare le attività ludico-sportive praticate nella Città dello Sport per quanto riguarda la pratica del nuoto, della pallacanestro e del calcio e di quante altre saranno attivate dai nuovi gestori, cui sarà affidata la conduzione della Città sportiva, nel pieno rispetto della legalità e della trasparenza degli atti. 

In merito alle affermazioni affidate ad un comunicato stampa dalla Polisportiva Sant’Antimo, si precisa che la “gestione commissariale straordinaria” è stata per due volte negata dalla Prefettura di Napoli, che ha comminato, fin dal 31 gennaio 2018, una INTERDITTIVA ANTIMAFIA nei confronti di quella Associazione e che nessuna incombenza compete su questo argomento a questa Amministrazione comunale. 

Gli abbonamenti contratti prima della interdittiva e cioè prima del 31 gennaio, saranno ritenuti validi a tutti gli effetti dall’amministrazione comunale e dai nuovi gestori per le attività svolte. 
Gli altri saranno validati, nei singoli casi, dalle nuove gestioni. 

Il Comune invita la Polisportiva Sant’Antimo a non frapporre più artificiosi ostacoli al sereno ed inevitabile passaggio della gestione, stabilito da leggi, sentenze e giurisprudenza consolidata, contro gli interessi della comunità sportiva dilettantistica santantimese e dell’intera città. 

I cittadini sono invitati a fare propria questa campagna che è insieme di legalità e di recupero dei propri diritti. 

I vantaggi per i residenti saranno riconosciuti come regola fondamentale. 

Eventuali benefici civilistici saranno sempre riconosciuti, come per legge.

Commenti

commenti