Era deceduto in Colombia il 15 Luglio 

 

La salma del napoletano, volontario dell’Onu, Mario Paciolla, morto in circostanze ancora da chiarire lo scorso 15 luglio in Colombia, è in rientro e nei prossimi giorni arriverà in Italia.

Il 33enne aveva il ruolo di osservatore per conto dell’Onu in un’area di reinserimento e formazione di ex guerriglieri delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia.

Quando alcuni amici del giovane hanno ritrovato il cadavere di Paciolla, hanno rinvenuto dei segni sul corpo dello stesso compatibili con un suicidio.

Ma tale gesto sarebbe sembrato insensato dato che il volontario aveva acquistato un biglietto aereo per tornare in Europa di lì a poco.

 

Commenti

commenti