“L’emergenza roghi tossici è tornata a farsi sentire in tutta la sua drammaticità nella Terra dei Fuochi. Le Prefetture di Napoli e Caserta convochino subito un tavolo congiunto per coordinare azioni efficaci di prevenzione sul territorio. Nelle ultime 48 ore sono stati segnalati oltre 12 incendi di rifiuti speciali nell’area nord della provincia partenopea ed altrettanti in quella casertana. Un attentato alla salute pubblica di decine di migliaia di cittadini di fronte al quale le istituzioni devono dare un segnale forte e deciso. Rinforzando la presenza sul territorio delle pattuglie di forze dell’ordine e incrementando le attività di intelligence per arrivare ai mandatari di questi folli gesti criminali”. Lo ha dichiarato la vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera, Michela Rostan.

“Non è ammissibile che i controlli vengano meno proprio nel periodo dell’anno, quello estivo, dove il fenomeno è maggiormente avvertito – prosegue la deputata di Liberi e Uguali. Complice lo svuotamento delle città si lascia campo libero agli avvelenatori senza scrupoli. Mi chiedo dove siano finite le pattuglie aggiuntive dell’ex ministro all’Interno, Matteo Salvini, promesse in pompa magna nel corso dei suoi tour elettorali in Campania e mai arrivate realmente sui territori. Contro le ecomafie serve mostrare i muscoli e garantire la presenza dello Stato sui territori. Cosa che finora non è mai avvenuta”.

Comunicato stampa

Commenti

commenti