La 25° giornata di Serie A si è aperta con l’anticipo di Venerdì 22 febbraio, alle 20:30 con Milan- Empoli. I padroni di casa si sono sbarazzati dei toscani, con un netto 4-0. In gol: Piatek sempre più determinante coi suoi 18 gol in campionato al 49’, Kessiè al 51’ e Castillejo al 67’. Rossoneri sempre più spediti per la qualificazione alla prossima Champions,  restano al quarto posto.

Le partite di sabato 23 febbraio, hanno visto in campo: Torino-Atalanta alle 15 e Frosinone-Roma alle 20:30. La prima partita è terminata con la vittoria per 2-0, dei padroni di casa con reti di: Izzo al 42’  e Iago Falquè al 46’. Seconda sconfitta per i bergamaschi che vedono allontanarsi il sogno Champions. Nella seconda sfida, una Roma in difficoltà che  si impone solo all’ultimo, contro un  Frosinone tutto cuore e coraggio, per 2-3. Roma che resta al quinto posto a -1 dal Milan e dal quarto posto, mentre il Frosinone recrimina, ma se gioca tutte le gare che restano con questo spirito, ha ancora possibilità di salvarsi.

Le gare di domenica 24 febbraio sono state le seguenti: Sampdoria-Cagliari alle 12:30,  Chievo-Genoa, Bologna-Juventus, Sassuolo-Spal, tutte e tre queste gare alle 15. In serata altre due gare: Parma- Napoli alle 18 e Fiorentina-Inter alle 20:30. Sampdoria-Cagliari è terminata 1-0 grazie al rigore del bomber Quagliarella al 66’, la Samp si riprende dopo la sconfitta contro l’Inter. Chievo-Genoa 0-0, punteggio che non accontenta nessuno, che rende ancora più difficile la salvezza per i clivensi. Bologna-Juventus, vede i bianconeri vincere per 1-0 con gol di Dybala al 67’, vittoria per nulla meritata per i sette volte campioni d’Italia che sfiorano più volte di subire gol e perdere la partita, prima del gol vittoria. Se vorranno vincere con Il Napoli e soprattutto con L’Atletico nella gara di ritorno degli ottavi di Champions, ci vorrà una Juve diversa. Sassuolo-Spal termina 1-1, partita equilibrata che termina con un pareggio che tutto sommato, accontenta entrambe le squadre; gol di Peluso al 43’ per Il Sassuolo e pareggio su rigore di Petagna per la Spal.

Parma-Napoli termina con un perentorio 0-4. Gli azzurri dominano dall’inizio alla fine la partita. Protagonista assoluto è Arek Milik autore di una doppietta,  al 36’ e al 73’, il primo gol su punizione, punizione che gli vale insieme a Messi essere l’unico giocatore,  in tutti i massimi campionati europei ad aver segnato tre gol su punizione. Gli altri due gol portano la firma di: Zielinski al 18’ che apre le marcature per i partenopei e Ounas che le chiude all’82’. Napoli che con questa prestazione super, si avvicina nel miglior modo possibile, allo scontro diretto di domenica prossima al San Paolo contro la Juventus, e forse una vittoria potrà riaprire un campionato che sembra ormai chiuso.

L’ultima partita Fiorentina-Inter, è stata una gara ricca di colpi di scena, che ha visto soltanto due  protagonisti  rubare la scena: L’ arbitro Abisso e il suo assistente al Var. Var che insieme alle decisioni  arbitrali, hanno determinato la partita, soprattutto nell’assegnazione del rigore del 3-3 finale a favore della Fiorentina, rigore che per la verità non c’era. Le reti: 1’ autogol di De Vrij,74’ Muriel e 100’ Veretout per la Fiorentina e al 6’ Vecino, 40’ Politano e al 52’ D’Ambrosio per L’inter. Lazio-Udinese è stata rimandata a data da destinarsi.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti