Il marito della donna ha espresso tutta la sua gratitudine attraverso i social

Maria Maisto è la 34enne deceduta l’11 dicembre scorso, lasciando il marito e due figli.

La notizia ha sconvolto l’intera comunità giuglianese che si sta unendo per sostenere la famiglia di Maria.

Nella giornata di ieri si è tenuta una raccolta fondi, organizzata dai gruppi Facebook “Giugliandsi orgogliosi” e “Ciclopasseggiando Giugliano” e sono state tantissime le persone e le attività che hanno contribuito: la libreria De Rosa in Via San Rocco ha donato 50 diari che sono stati regalati a chi ha versato una somma di 10 euro, il locale Kaiser ha messo a disposizione un’intera struttura gratuitamente e l’asilo nido Le Coccole in Via Pacinotti si è offerto di far frequentare la scuola gratuitamente al figlio più piccolo.

Per continuare a donare per aiutare la famiglia della giovane l’IBAN è IT22M0347501605CC0011338006, la casuale da scrivere è “Aiutiamo la famiglia di Maria”.

Attraverso i social, il marito di Maria ha espresso tutta la sua gratitudine:

“Sono Roberto De Meo, il marito di MARIA MAISTO, la giovane madre dei miei due piccoli figlioletti (di 15 mesi e 4 anni) deceduta l’11 dicembre, mentre era in attesa di un altro bambino. Stamattina insieme a mio cugino Sergio Busiello abbiamo raccolto dei fondi per il sostegno della mia famiglia grazie ad un evento organizzato dal Gruppo Facebook GIUGLIANESI ORGOGLIOSI, nelle persone di Francesco Taglialatela Scafati, la moglie Maria e Gerardo Ciccarelli, persone che non smetterò mai di ringraziare per aver voluto donarmi una domenica mattina durante le festività natalizie, che avrebbero invece potuto trascorrere con le loro famiglie.
Ringrazio di vero cuore le tante persone che hanno contribuito, persone che in parte conoscevano Francesco e Gerardo, ma anche tante altre non conosciute, ma che hanno risposto ugualmente al loro appello. Non dimenticherò mai i loro nomi, i loro volti, le loro mani che ho stretto mentre esprimevano la vicinanza al mio dolore. Inoltre voglio ringraziare la Libreria DE ROSA di via San Rocco che ha donato 50 diari scolastici, il locale KAISER che ci ha messo a disposizione (gratuitamente) la struttura e TeleClubItalia che ha diffuso l’evento sul web, nonché l’Asilo Nido Le Coccole di via Pacinotti, che si è offerto di far frequentare gratuitamente il mio figlio più piccolo la Scuola. Sono certo che anche MIA MOGLIE ve ne sarebbe grata, mi avete commosso.
Ne approfitto dell’occasione per lanciare un appello a qualche anima nobile per trovare una sistemazione lavorativa. Io ho 36 anni e sono pratico nella posa in opera di cartongesso e controsoffittature, ma mi so adeguare facilmente ad ogni cosa. ❤❤❤❤
GRAZIE DI CUORE E UN ABBRACCIO A TUTTI VOI!!”

Laura Barbato

Commenti

commenti