Una cittadina napoletana si è vista negare la possibilità di andare in vacanza in una nota località turistica del Friuli, quando ha dichiarato di essere di Napoli.
La donna Lucia Marsicano, archeologa e guida turistica,ha denunciato l’accaduto attraverso un post sui social:
“Avevo prenotato una casa su una nota piattaforma di prenotazione online in una località turistica del Nord-Est. Allego la mia descrizione e quella del mio compagno di viaggio scrivendo che siamo colleghi di Roma. La prenotazione viene accettata, procedo al pagamento e sembra tutto ok. Ad un certo punto però salta fuori che sono napoletana e il proprietario di casa mi chiede di cancellare la prenotazione. Vuole che lo faccia io per evitare problemi con l’host (probabilmente). Non è la prima volta che mi capita nel Nord-Est una disavventura simile. Ho sicuramente sbagliato io a non dire che sono una terrona. La prossima volta scriverò: mi chiamo Lucia, sono nata a Napoli da genitori Lucani, ma a 12 anni mi sono trasferita a Roma, dove attualmente vivo”.

 

 

Teresa Barbato

Commenti

commenti