Le due comunità si stringono in preghiera per il soccorritore

Luigi Mancini, noto a tutti come “Cioccolata”, 51enne di Villaricca ma originario di Qualiano fino a poco più di un mese fa svolgeva la mansione di soccorritore del 118.

Nonostante presentasse patologie pregresse, non aveva voluto rinunciare al suo incarico che faceva con amore e passione.

Sono ormai trascorsi più di 30 giorni da quando Mancini è stato ricoverato per covid-19 prima all’ospedale San Giuliano e poi al Cotugno di Napoli.

Villaricca e Qualiano si stringono in preghiera per l’uomo, sperando che guarisca quanto prima e altrettanto facciamo noi della Redazione di Melitonline.

Forza Luigi!

ambulanza 118

Commenti

commenti