Quindicenne insieme al suo fidanzatino pensa di uccidere i genitori

Sembra che il famoso caso dei due ragazzi minorenni Erika e Omar si stava per ripetere.

Una studentessa di quindici anni, insieme al suo ragazzo aveva deciso di assassinare i genitori con cui pare che il rapporto genitori figli sia buono. Prove dell’accaduto sarebbero dei messaggi di chat.

Il tutto è stato fermato da un’amico della ragazza che sapeva quali erano le intenzioni della compagna.

Il ragazzo è andato a denunciare l’accaduto ai carabinieri di Vicenza. I genitori e gli assistenti sociali sono stati subito messi al corrente.

La ragazza ha ammesso che il suo era solo un gioco e che non avrebbe mai assassinato i suoi genitori.

Gli investigatori hanno presupposto  che dietro ci fosse un gioco “horror” come quello che ha spinto il bambino napoletano di 11 anni a suicidarsi.

Giuseppina Sorianiello

Commenti

commenti