Ultimamente si erano verificati diversi incidenti

 

Alcuni giorni fa i tecnici di RFI, la società di Ferrovie dello Stato, in merito alla situazione del Ponte Cesa/S. Antimo, hanno deciso di fare un sopralluogo ( dopo una lunga riunione ) nei pressi della zona dove ultimamente si erano verificati diversi incidenti stradali.

Era stata l’Amministrazione Comunale a scrivere alla Provincia di Caserta, al Comune di S. Antimo, alla Città Metropolitana di Napoli ed a RFI per chiedere un incontro.

Successivamente solo il comune di S. Antimo aveva dato riscontro a seguito di una riunione con i commissari prefettizi; invece alcuni giorni fa è avvenuto un incontro con i tecnici di RFI.

Alla riunione erano presenti: il sindaco Enzo Guida, l’assessore ai Lavori Pubblici Cesario Villano, l’Assessore alla Protezione Civile Alfonso Marrandino, il consigliere comunale Francesco Maria Turco ed il responsabile dell’Utc ing. Luigi Massaro.

Il sindaco Guida ha affermato: “Anche RFI ha affermato di non essere proprietaria del ponte ma, dopo il sopralluogo, i tecnici si sono impegnati a chiedere un intervento di messa in sicurezza, per ciò che concerne i rischi collegati al transito ferroviario”.

L’assessore Villano ha dichiarato: “Proprio oggi abbiamo avuto una comunicazione della Provincia di Caserta che ci fa sapere che nei loro archivi vi sono documenti che provano la costruzione solo della prima parte del ponte. La provincia di Caserta si dichiara proprietaria solo della parte che va da Cesa sino al punto in cui sotto passano i binari. Resta ancora da capire la proprietà del resto del ponte”.

In ogni caso RFI si è detta disponibile a realizzare un progetto che metta in sicurezza la zona.

Vigili del Fuoco - automezzo con cestello

Commenti

commenti