Ieri è iniziata la demolizione della Vela verde di Scampia e la gente ha deciso di raccogliere dei calcinacci trasformandoli in oggetto-ricordo così come è accaduto per il Muro di Berlino nel 1989.

La gente del quartiere si è però divisa tra chi ha deciso di raccogliere un pezzo della sua storia e tra chi invece si è chiesto se l’edificio non fosse di amianto, essendo i giganti stati costruiti negli anni ottanta periodo in cui l’amianto era il materiale più usato nell’edilizia.

I lavori di demolizione durerà per altri 39 giorni come da programma.

Commenti

commenti