Cannabis coltivata in un campo di pesche, in manette un 62enne di Giugliano

Un 62enne di Giugliano è stato arrestato dai carabinieri di Licola con l’accusa di produzione e  detenzione di stupefacenti.

I carabinieri avrebbero trovato in un terreno agricolo coltivato in via Madonna del pantano a Giugliano i segni evidenti di una coltivazione di cannabis.

Il terreno agricolo, infatti, risultava utilizzato per la coltivazione delle pesche ma, contemporaneamente, pare fosse utilizzato per coltivare piante di cannabis.

All’interno del terreno agricolo, infatti, i carabinieri avrebbero ritrovato in un podere 632  piantine estirpate e distrutte ma anche 150 chili di marijuana già essiccati ed ora posti a sequestro.

Recuperati anche ventilatori, cesoie e un generatore di corrente utilizzati per la coltivazione.

L’uomo, un 62enne di Giugliano, senza precedenti, si trova in carcere in attesa di giudizio.

Foto dal web

Marianna Di Donna

Commenti

commenti