Erano circa le 23 di ieri sera, quando alla postazione Casoria Saut è arrivata una segnalazione per un codice rosso.

Dopo 6 minuti dalla chiamata, l’ambulanza giunge sul posto ma, nonostante la lunga corsa a causa della lontananza dalla postazione, i medici vengono accolti da minacce e insulti.

Come riportato dalla pagina Facebook “Nessuno tocchi Ippocrate”:

“Quando l’accoglienza non è delle migliori. Lancio di oggetti sulla ambulanza.
La postazione Casoria Saut viene allertata per un codice rosso ad Afragola nonostante il luogo dell’intervento fuori zona l’ambulanza arrivava sul posto in 6 minuti. All’arrivo dell’ambulanza la stessa viene colpita da numerosi oggetti gettati dal balcone e, nonostante le minacce subite nel percorrere le scale dell’abitazione, l’equipaggio esegue la rianimazione cardio -polmonare al paziente trovato incosciente”.

Non si tratta del primo caso di aggressione a medici e ambulanze e per questa ragione si è deciso di installare telecamere all’interno delle ambulanze affinché gli assalitori vengano identificati.

Laura Barbato

Commenti

commenti