Sembrerebbe essersi trattato di omicidio

 

 

Si chiamava Samuele il piccolo di 3 anni che nella giornata di ieri è precipitato dal balcone della sua abitazione, al terzo piano di un palazzo in Via Foria.

I militari dell’arma, in seguito alle prime indagini del caso, hanno fermato un 38enne, Mariano Cannio, il domestico della famiglia del bambino, accusato per omicidio.

Precipita dal balcone: accusato di omicidio un 38enne

Durante il corso delle prime indagini si era ipotizzato che il bambino si era sporto dal balcone, volando nel vuoto per diversi metri ma, stando all’attuale ricostruzione della vicenda, sembrerebbe che al momento dell’accaduto la madre di Samuele fosse in un’altra stanza e il domestico avrebbe approfittato per lanciare il bambino giù dal balcone.

Secondo le testimonianze, il domestico era molto conosciuto nella zona ed era una persona molto introversa.

 

 

Commenti

commenti