Questa mattina nel salone del Palazzo Arcivescovile dalla Curia di Napoli il cardinale Sepe ha annunciato il nuovo vescovo di Napoli, Domenico Battaglia.
Il nuovo vescovo, nonché futuro successore del cardinale Sepe  ha 57 anni, calabrese, già vescovo di Cerreto Sannita-Telese-San’t Agata de’ Goti (Benevento) dal 2016.

Domenico Battaglia è nato il 20 gennaio 1963 a Satriano, provincia e arcidiocesi di Catanzaro. È stato un prete di strada: perciò per molti è rimasto “Don Mimmo“. Ha svolto gli studi Domenico Battaglia è nato il 20 gennaio 1963 a Satriano, provincia e arcidiocesi di Catanzaro. È stato un prete di strada: perciò per molti è rimasto “Don Mimmo“.

Ha svolto gli studi filosofico-teologici nel Seminario San Pio X a Catanzaro. È stato ordinato sacerdote il 6 febbraio 1988, è stato Rettore del Seminario Liceale di Catanzaro, parroco della Madonna del Carmine a Catanzaro, Direttore dell’Ufficio Diocesano per la Cooperazione Missionaria tra le Chiese.

Fino al 2006 è stato Vicepreseidente della Fondazione Betania di Catanzaro (opera diocesana di assistenza-carità) e finno al 2015 Presidente Nazionale della Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche.

Papa Francesco lo nominò vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’Goti il 24 giugno 2016. Battaglia è amico di don Luigi Ciotti e don Virginio Colmegna. Ha scritto I poveri hanno sempre ragione, testimonianza di due pastori e del loro impegno per i poveri e per i margini. nel Seminario San Pio X a Catanzaro. È stato ordinato sacerdote il 6 febbraio 1988, è stato Rettore del Seminario Liceale di Catanzaro, parroco della Madonna del Carmine a Catanzaro, Direttore dell’Ufficio Diocesano per la Cooperazione Missionaria tra le Chiese. Fino al 2006 è stato Vicepreseidente della Fondazione Betania di Catanzaro (opera diocesana di assistenza-carità) e finno al 2015 Presidente Nazionale della Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche.

Papa Francesco lo nominò vescovo di Cerreto Sannita-Telese-Sant’Agata de’Goti il 24 giugno 2016. Battaglia è amico di don Luigi Ciotti e don Virginio Colmegna. Ha scritto I poveri hanno sempre ragione, testimonianza di due pastori e del loro impegno per i poveri e per i margini.

 

 

 

Teresa Barbato

Commenti

commenti