È terminata pochi minuti fa la conferenza del Premier Conte in merito al nuovo Dpcm per la fase 2, le cui disposizioni saranno valide dal 4 al 17 maggio 2020.

Il Premier, prima di iniziare, ci ha tenuto a congratularsi per i grandi sacrifici che l’intera Italia sta facendo e ha affamato che i numeri stanno nettamente migliorando ma che questa fase 2 potrebbe riportare ad una risalita delle curve.

Dal 4 maggio sarà possibile spostarsi all’interno della regione di appartenenza anche per fare visite mirate ai propri familiari, nel rispetto delle distanze e con le mascherine. Restano vietati i ritrovi di famigli e gli spostamenti in altre regioni, tranne che per motivi urgenti di salute o di lavoro.

I ristoranti potranno riaprire, ma solo ed esclusivamente per l’asporto.

Potranno essere riaperti anche parchi e si potranno celebrare funerali, alla presenza di non più di 15 persone (con mascherine) e sempre rispettando la distanza di sicurezza. Per il resto, restano vietati tutti gli assembramenti in luoghi pubblici e privati.

Conte ha poi annunciato che dal 18 maggio potranno riaprire le attività di vendita al dettaglio, le mostre e i musei. Per quanto riguarda bar, ristoranti e parrucchieri, centri estetici, etc., invece, il governo prevede una riapertura solo dal 1 giugno.

Laura Barbato

Commenti

commenti