La task force del Comune di Melito contro i trasgressori in materia di conferimento di rifiuti miete vittime illustri. Ad essere multata è stata addirittura l’Asl locale, scoperta a smaltire rifiuti non rispettando il vigente calendario di conferimento.

A renderlo noto è stato il sindaco Antonio Amente che nella questa mattina ha verificato di persona il lavoro svolto nella notte dal comandante della Polizia Municipale Giovanni Marrone e dal neo assessore all’Ambiente Marco Ponticiello.

I caschi bianchi hanno dato esecuzione, tra le altre cose, all’ordinanza sindacale che vieta la vendita e l’uso di sacchi neri e così hanno provveduto a sanzionare tutti i contravventori.

“Spesso ho come la percezione che per molte persone il rispetto delle regole e del vivere civile rappresenti un optional o addirittura un qualcosa da cui tenersi ben lontano – ha dichiarato il sindaco Amente – L’ordinanza sul divieto di vendita e di utilizzo dei sacchi neri parla chiaro, ma purtroppo in tanti, ed anche chi dovrebbe dare l’esempio, fa orecchie da mercanti”.

Nella notte di Halloween, l’assessore all’Ambiente Marco Ponticiello ed il comandante della Polizia Municipale Giovanni Marrone, dopo aver visionato materiale fotografico pubblicato in rete, hanno effettuato un sopralluogo in piazza Santo Stefano per verificare l’eventuale errato conferimento dei rifiuti da parte dell’Asl.
Una volta recatisi all’esterno della struttura, dopo una accurata e minuziosa verifica, hanno accertato la palese violazione da parte della locale Asl.

I controlli non si sono arrestati a piazza Santo Stefano e sono proseguiti lungo vari tratti del territorio melitese, dove sono state riscontati palesi violazioni da parte dei commercianti nel conferimento dei rifiuti.

Nell’ottica della tolleranza zero, questa mattina, sono partite decine di multe indirizzate a:
– ASL
– agenzie viaggi
– alimentari
– macellerie
– pasticceria
– aziende florovivaistiche
– minimarket
– ed altri.

“È questa l’ennesima dimostrazione che noi non guardiamo in faccia nessuno – hanno aggiunto il sindaco e l’assessore Ponticiello – E’ singolare che spesso ad essere pizzicati a non rispettare le regole sono coloro i quali sui social si ergono a paladini della legge e tutori dell’ambiente. Chi vuol vivere, lavorare o frequentare questa Città deve rispettare le regole e comportarsi in maniera civile”.

Comunicato stampa

Commenti

commenti