Ligarò, calabrese d’origine, cantante molto apprezzato per i suoi brani, ha deciso di dedicare un intero album alla città partenopea rivisitando alcuni pezzi storici come: Indifferentemente, Dicitincello vuje, Passione, etc. e inserendo alcuni inediti tra cui “Figlie do Mare” lanciato questa estate in duetto con il grande Antonio Ottaiano, principe indiscusso della sceneggiata napoletana ed erede a riguardo del grande Mario Merola. 

La collaborazione con Ottaiano è continuata ad esserci anche nel nuovo singolo di Ligarò, “Nnammurato e Napule” in cui il cantante partenopeo ha prestato la sua voce da attore impreziosendolo di quel tocco di napoletanità necessario per essere definito un vero capolavoro artistico. 

“Amo Napoli e la sua cultura” ha affermato Ligarò “Sono cresciuto ascoltando i grandi della musica napoletana come Carosone, Mario Merola, Sergio Bruni, Pino Mauro, sognando da sempre di incidere un disco in napoletano pur essendo io calabrese”. “L’incontro con Ottaiano”-ha continuato Ligarò- “è stata la molla che ha fatto scattare in me la voglia di realizzare questo progetto e con tanta fatica ci sono riuscito. Si parla spesso male di Napoli e i napoletani –ha concluso- io, sia con la canzone che con il video di“Nnammurato e Napule”, ho voluto invece cantarne le sue straordinarie e invidiate bellezze”.

Il brano, in onda sulle radio, è presente anche sul canale ufficiale di you tube di Michele Ligarò in cui è possibile visionare il video realizzato da Ciro Grieco con l’ottimizzazione di Antonio Ottaiano. 

Mipa eventi 3927744794

Commenti

commenti