Il Napoli batte 3-1 il Chievo Verona allo stadio San Paolo nel 28° turno del campionato di serie A e raggiunge momentaneamente la Juve in testa alla classifica. Reti di Rigoni al 1° p.t., Higuain al 5° p.t., Chiriches al 28° p.t. e Callejon al 24° s.t.

NAPOLI – Gli azzuri ritornano a vincere e scacciano via la iella. Almeno fino a domani si godono di nuovo il primato in classifica. Raggiungono la Juventus e mettono la Roma a meno 5.

Eppure la partita era iniziata proprio male, al primo minuto Chiriches tenta un dribling, inutile e maldestro, lancia Rigoni che dal limite dell’area fa secco Reina. 1 – 0, di nuovo palla al centro per in Napoli.

Un gol che dopo tanta sfortuna e conseguenti polemiche poteva tagliare le gambe agli uomini di Sarri, ma cosi non è stato. Il Napoli reagisce con veemenza, chiude i clivensi nella loro metà campo e al 5° raggiungono il pari, Hamsik con una bella azione sulla fascia sinistra serve Higuain che di destro fa 1 – 1. Palla al centro per il Chievo.

Da quel momento praticamente c’è stato solo un monologo degli azzurri, intervallato da un palo del Chievo con Pellissier in netta posizione di fuorigioco. Tante azioni pericolose ma il raddoppio non arriva. Al minuto 38° da palla inattiva,  Jorginho pesca Chiriches che di testa supera Bizzarri. 2 – 1. Riprende di nuovo il gioco il Chievo.

Vlad Chiriches fa tutto lui, disfa e risolve una prima parte di gara giocata con frenesia e qualche errore d’imprecisione di troppo.

Anche dopo il raddoppio il Napoli continua a macinare gioco e sfiora il terzo gol in più occasioni: 41° minuto, Insigne tira fuori a porta vuota; 43° minuto, ci tenta Hamsik, Bizzarri devia in angolo; 44° minuto, ci prova anche Ghoulam, super parata di Bizzarri.

Clamorosamente si va al riposo solo con una rete di vantaggio.

Secondo tempo tutto di marca azzurra, le azioni si susseguono, il Chievo non riesce più ad oltrepassare la propria metà campo e Reina resterà inoperoso fino alla fine. Da segnalare al 65° minuto, un tiro “bomba” di destro di Higuain che si stampa sulla traversa e il terzo gol,  69° minuto, Allan, dalla destra, pesca Callejon che insacca alle spalle del portiere del Chievo Bizzarri.

Il Napoli segna tre gol ma poteva farne molti di più. Per precipitazione e imprecisione ha fallito troppe occasioni da gol nitide, traversa, errori sotto misura e parate di Bizzarri. Troppo bassa la percentuale di reti all’attivo in relazione alla mole di gioco espressa e alle palle gol create. In questo il Napoli deve ancora migliorare, ma ora godiamoci la vittoria e il primato.

NAPOLI: 25 Reina; 2 Hysaj, 21 Chiriches, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 19 David Lopez (5 Allan, dal 22° s.t.), 8 Jorginho, 17 Hamsik (94 Chalobah, dal 41° s.t.); 7 Callejon, 9 Higuain, 24 Insigne (14 Mertens, dal 25° s.t.).

CHIEVO: 1 Bizzarri; 29 Cacciatore, 3 Dainelli, 12 Cesar, 21 Frey; 4 Rigoni (56 Hetemaj, dal 22° s.t.), 8 Radovanovic, 19 Castro; 23 Birsa (69 Meggiorini, dal 19° s.t.); 40 Mpoku, 31 Pellissier (83 Floro Flores, dal 10° s.t.).

Tonino Caiazza

Si ringrazia il fotoreporter Ciro Sarpa per le stupende foto allegate.

Napoli vs Chievo - esultanza al gol di Higuain

Napoli vs Chievo - Hamsik

Napoli vs Chievo - Koulibaly

Napoli vs Chievo - Insigne Chiriches Lopez

Commenti

commenti