La vittima non era legata a nessun clan della malavita

 

Ieri sera in via Licola Cuma a Pozzuoli (NA), un uomo, Marco Di Flora, di anni 35, è stato freddato dal alcuni colpi di pistola.

La polizia sta conducendo accurate indagini per capire se l’agguato abbia uno stampo malavitoso, dato che l’uomo aveva dei precedenti penali, sebbene lo stesso non fosse legato a nessun clan della malavita.

Di Flora, residente nel quartiere Pianura a Napoli, da quanto emerso dai primi riscontri, lavorava presso un’ impresa di pompe funebri ed aveva una compagna che risiedeva proprio nella zona di Licola, ossia dove è stato ammazzato.
I rilievi della Scientifica hanno fatto emergere che l’uomo è stato colpito da tre colpi di arma da fuoco alle spalle, probabilmente mentre cercava scampo dall’aggressore, dopo aver lasciato lo scooter su cui viaggiava lungo la strada.

E’ probabile che Di Flora conoscesse i suoi assassini; il corpo di Di Flora è stato trasferito al secondo Policlinico di Napoli, in attesa di autopsia.

La polizia, stamane, è ritornata sul luogo del delitto, per continuare le indagini e ascoltare la versione dei residenti, i primi a provare a soccorrere l’uomo, dopo aver udito gli spari.

Saranno le indagini a rivelare cosa sia accaduto.

Carabinieri RIS

Commenti

commenti