"/>

IL NAPOLI STENDE IL BOLOGNA CON UN’ALTRA DOPPIETTA DI MILIK

Il Napoli batte 3-1 il Bologna allo stadio San Paolo nel 4° turno del campionato di serie A, reti: Callejon al 13° p.t., Verdi (B) all’11° s.t., Milik al 22° s.t. e al 32° s.t.

NAPOLI – Poco da dire di una partita non bella, d’altronde per vedere dei bei match bisogna giocarli in due, cosa che non è successo in questa gara.

Primo tempo tutto del Napoli, che chiude subito i felsinei nella trequarti di campo loro, da segnalare solo un tiro dei bolognesi che al 3° minuto chiama Reina ad una grande parata. Da questo momento è solo un predominio azzurro alla ricerca del vantaggio che puntualmente arriva al 13°, cross assit di Insigne e Callejon mette in rete di testa, un gol già visto tante volte, anche in un passato recente, frutto di schemi imparati a memoria e di grandi giocate. Per il resto della prima frazione di gioco il Bologna non riesce a mettere fuori il naso dalla propria metà campo, nemmeno dopo il vantaggio del Napoli.

Secondo tempo, gli azzurri entrano in campo presuntuosi e poco reattivi, il Bologna con un altro piglio, iniziano a mettere in difficoltà gli azzurri e trovano il gol anche con la complicità del portiere del Napoli, 11° del s.t. tiro centrale dai trenta metri di Verdi che Reina forse vede in ritardo o ingannato dalla traiettoria del pallone che s’insacca alle proprie spalle. Caro Pepe queste palle si prendono.

Il tempo di farlo scaldare a dovere e mister Sarri mette dentro Milik al posto di uno spento, svogliato, abulico e poco incisivo Gabbiadini, un’altra occasione sprecata, svegliati ragazzo!

Il bomber polacco del Napoli alla seconda palla toccata porta di nuovo gli azzurri in vantaggio, al 22° minuto su palla filtrante di Hamsik si avventa come un avvoltoio e con un tocco morbido di sinistro scavalca il portiere ospite e mette la palla nell’angolino. Gol bellissimo per fattura ed esecuzione.

Passano 10 minuti e Milik si ripete, questa volta con un sinistro potente che s’insacca a fil di palo nonostante il tuffo del portiere. Inaspettato e formidabile, questo ragazzo di testa o di piede, tutti i palloni giocabili li mette dentro. Buon per il Napoli che porta a casa una vittoria e un primato, momentaneo, meritato.

Il risultato è fissato sul 3 – 1, il Bologna non ha più forze e volontà per reagire anche perché sono rimasti in 10, al 35° viene espulso Krafth per fallo da ultimo uomo su Zielinski lanciato a rete, il resto della partita è melina da parte degli azzurri e i felsinei non aspettano altro che il fischio finale.

NAPOLI: 25 Reina; 2 Hysaj, 33 Albiol, 26 Koulibaly, 3 Strinic (31 Ghoulam, dal 21° s.t.); 20 Zielinski, 8 Jorginho (5 Allan, dal 29° s.t.), 17 Hamsik; 7 Callejon, 23 Gabbiadini (99 Milik, dal 16° s.t.), 24 Insigne.

BOLOGNA: 1 Da Costa; 4 Krafth, 28 Gastaldello, 2 Oikonomou, 35 Torosidis (25 Masina, dal 38° s.t.); 8 Taider, 16 Nagy (17 Donsah, dal 16° s.t.), 31 Dzemaili; 14 Di Francesco, 9 Verdi, 11 Krejci (22 Rizzo, dal 29° s.t.).

Tonino Caiazza

Commenti

commenti