Decisivo l’intervento dei carabinieri

 

I carabinieri hanno denunciato un imprenditore edile di 40 anni, lo zio medico 68enne e un parente di 47 anni per avere tentato di occultare un infortunio sul lavoro di un operaio in nero facendolo passare per un incidente stradale.

La vittima, un sessantenne di Somma Vesuviana, è ricoverata in prognosi riservata nell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola.

L’operaio era caduto da un’impalcatura mentre lavorava(in nero) nel cantiere a Marigliano(NA) di proprietà del 40enne.

Inizialmente il 60enne aveva optato per la menzogna, successivamente ha poi deciso di vuotare il sacco e dire ciò che realmente era accaduto.

 

Commenti

commenti