Corona d’alloro deposta davanti alla lapide che ricorda le 11 vittime dell’esplosione avvenuta 28 anni fa

Il Comune di Napoli ricorda le vittime della voragine di Secondigliano con la deposizione di una corona di alloro davanti alla lapide in memoria della tragedia avvenuta il 23 gennaio 1996. Nel pomeriggio di 28 anni fa, un incidente durante l’esecuzione di lavori nel sottosuolo, all’altezza del Quadrivio di Secondigliano, innescò un’esplosione provocando una voragine. Nel crollo che inghiottì parte di un edificio di tre piani, persero la vita undici persone.

Il forte boato fu udito nei vicini territori di Melito, Sant’Antimo, Arzano e Casavatore. Una tragedia che ha fortemente segnato non solo il quartiere napoletano. 

Napoli. Il Comune ricorda le vittime della voragine di Secondigliano

Commenti

commenti