Morto, forse a causa di una challenge sul web

Oggi si sono celebrati, in un silenzio irreale e nel pieno rispetto delle regole anti-covid, i funerali del piccolo di undici anni, morto forse a causa di una web challenge ( vedi nostro articolo https://www.melitonline.net/giornale/pippo-umano-giovani-suicidio/)

Napoli: prete si commuove al funerale del bimbo suicida

Al rito presenti, oltre ai genitori e familiari, i suoi amici e tutti coloro che gli volevano bene.

“Il rispetto che dobbiamo a un bambino impone a tutti di tacere e attendere le risposte alla domanda ‘Perchè?’; ammesso che possa essere trovata una risposta”.

Sono queste le parole commosse espresse durante l’omelia da monsignor Vincenzo De Gregorio, che ha celebrato il rito funebre assieme al parroco di Santa Chiara, Giovanni Paolo Bianco.

Durante la messa, i genitori dell’undicenne hanno parlato a tutti dall’altare e hanno affermato: “Esiste l’imponderabile ci chiedete cosa è successo? Non lo so.
Posso dire che mio figlio era un puro e mi sono dato una immagine; lui pescava pensando di aver preso un tonno, lo ha addentato e invece era un pesce velenoso”.

La Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti per istigazione al suicidio.

Il nostro giornale già si era occupato della triste vicenda in tale articolo : https://www.facebook.com/409040302605509/posts/1704300163079510/?sfnsn=scwspwa&extid=1pVmg0MFuBddTkZB

Commenti

commenti